giro del solcio
mappa_giro_solcio
Lungo il percorso ci si immerge in una miriade di piccoli alpeggi ormai non più utilizzati, un’antica civiltà rurale montana che, sebbene profondamente trasformata, conserva un radicato attaccamento all’ambiente testimoniato dalla cura del territorio.

L’itinerario parte dal centro storico di Varzo. Si imbocca la bella mulattiera che risale in sinistra idrografica il rio che attraversa Varzo fino alla località Colla quindi segue su bella mulattiera lastricata la Via Crucis che sale a Durogna. Prosegue su belle mulattiere passando da Casagrande, Dreuza e numerosi altri alpeggi, si raggiunge la Ca’ Bianca da dove si procede per fitto bosco di conifere prima di sbucare nella conca prativa dell’Alpe Solcio. Attraversato il rio S. Giovanni in breve si giunge all’ottimo Rifugio Crosta. Per il rientro si scende lungo la pista consortile fino a Calantigine, quindi si prende il sentiero F08 che taglia i tornanti della pista consortile e scende a Nava e infine a Coggia.
Da qui la mulattiera scende a Bassogno fino ad incrociare la strada asfaltata per la frazione Castello. Si gira a sinistra e si prende la stradina che scende al attraversare il Riale e risale alla Colla. Da qui lungo la mulattiera dell’andata si rientra al centro di Varzo.

Luogo di partenza: Varzo Piazza della Chiesa (568 m) – Itinerario: Varzo, Colla, Durogna, Casagrande, Dreuza, Alpe Solcio, Calantigine, A. Nava, Coggia, Colla, Varzo – Lunghezza: 12,6 km – Dislivello: 1185 m in salita, 1185 in discesa – Tempo di percorrenza: 6 h 00 min – Difficoltà: E. Percorso di media difficoltà, comunque lungo e con dislivello importante. – Sentieri: F06 + Pista + F08 + F10 – Periodo consigliato: tutto l’anno – Questo percorso ad anello, in gran parte su mulattiera e piste forestali, può anche essere suddiviso in due tappe con pernottamento in Rifugio all’Alpe Solcio.
Rifugi coinvolti: RIFUGIO CROSTA