Il Parco Nazionale della Val Grande è l’area selvaggia più estesa d’Italia, ma anche museo all’aperto della passata civiltà alpina. L’abbandono di alpeggi e della pratica del disboscamento ha significato il ritorno alla wilderness: la natura diventa padrona. La ricca vegetazione, alimentata da abbondanti e limpide acque, è popolata da una variegata fauna tra cui camosci, caprioli, volpi e aquile reali. Ricchezza e varietà della vegetazione sono una delle attrattive maggiori, con boscaglie impenetrabili e flora coloratissima”. Un Parco con molti segreti: timidi animali, valloni scoscesi e dirupati, acque limpidissime in gole difese da grandi pareti strapiombanti e panorami suggestivi dal Monte Rosa al Lago Maggiore.
val grande
Rifugi in Valle